Tutti gli sposi nel loro giorno più bello sperano di creare un’atmosfera fiabesca, suggestiva e un incredibile effetto “Wow” negli occhi dei loro invitati.

Esistono tantissimi modi per ottenere tutto ciò nei luoghi più disparati, in un rigoglioso giardino, in riva al mare o all’interno di un’ elegante masseria. Ma cosa davvero riesce a stupire gli ospiti e donare alla festa quel fascino tanto desiderato? Il tavolo imperiale, con le sue simmetrie e i suoi decori, è la scelta che incanta e che rende tutto così eternamente magico.

Come tutti gli allestimenti anche i tavoli imperiali vanno organizzati e studiati nei minimi dettagli affinché il banchetto riesca alla perfezione.

Se vi sorge spontanea la domanda “ il tavolo imperiale va bene per un matrimonio con tanti invitati?” Niente paura, la risposta è si! Ma vediamo come…

Un aspetto fondamentale è la dimensione del tavolo che non dovrà essere meno di 100/120 cm di larghezza.

Avere questo spazio a disposizione permetterà di poter allestire una tavola  sontuosa ma senza disturbare i commensali durante il banchetto e senza intralciare il servizio che dovrà essere assolutamente impeccabile.

Per quanto riguarda la lunghezza invece non ci sono limiti, se non lo spazio della sala che si avrà a disposizione, che sia all’aperto o al chiuso.

Tenete sempre a mente che la giusta dimensione del tavolo imperiale faciliterà la conversazione tra gli ospiti legandoli assieme e rendendoli parte di una grande festa.

Anche la forma può aiutare nella riuscita di un allestimento perfetto. Si può scegliere tra un imperiale a ferro di cavallo, un unico tavolo maestoso (sempre che gli invitati non siano più di 100!) o infine, per i matrimoni più numerosi, si possono posizionare  più tavoli disposti parallelamente lungo la sala.

Fate sempre tesoro dei consigli del catering e del maitre che vi saprà guidare con attenzione e competenza.

Adesso che l’idea dei tavoli è più chiara passiamo al prossimo step: dove e come fare accomodare i vostri ospiti ?

La disposizione degli invitati ai tavoli è sempre un argomento spinoso, ma con qualche accortezza riuscirete nell’impresa.

È importante valutare che ogni ospite parlerà principalmente con le 4/6 persone che avrà di fronte e quelle subito a fianco per cui valutate bene la disposizione per rendere piacevole e non noiosa la permanenza al tavolo.

Partendo dagli sposi, che saranno posizionati al centro del tavolo principale, procedete in ordine d’importanza dai genitori ai testimoni, seguiranno poi i familiari, gli amici più intimi e infine i colleghi.

Un metodo molto pratico per indicare il proprio posto a tutti gli invitati è la creazione delle escort card, queste hanno completamente soppiantato il caro vecchio  tableau de mariage soprattutto quando si tratta di allestimenti con tavoli imperiali.

Le escort card sono dei semplici bigliettini (talvolta possono essere anche dei veri e propri oggetti che fungono anche da bomboniera), uno per ogni invitato, sui quali sarà scritto il nome degli ospiti e il numero che coincide con il suo posto a sedere.

Ma come funzionano esattamente?

  • Scrivete su ogni bigliettino il nome e cognome dell’invitato e il numero del suo posto a tavola
  • Posizionate i bigliettini in ordine alfabetico su un tavolo allestito ad hoc all’ingresso della sala
  • Mettete a sua volta come segnaposto al tavolo lo stesso identico bigliettino

In questo modo sarà facile trovare il proprio nome e il proprio posto a sedere.

Adesso passiamo alla parte più creativa, ovvero l’allestimento vero e proprio!!

Il tavolo imperiale per la sua dimensione e la sua maestosità necessita di un allestimento altrettanto imponente, sia che si vesta di tovagliato o meno. Prime tra tutte non potranno mancare le candele (che non sono mai troppe!) in modo da creare quell’atmosfera da fiaba tanto cercata.

Alcune regole per il centrotavola restano invariate, come ad esempio utilizzare oggetti più bassi o più alti di chi sta seduto in modo da non ostacolare la vista e quindi anche la conversazione.

Essendo la tavola particolarmente lunga si potrà giocare con tanti fiori che percorrono tutta la parte centrale del tavolo, così da assecondarne la lunghezza. Se invece si cerca una soluzione un pò più semplice (e anche un pò più economica!) si possono utilizzare i runner che permettono di dare un senso di pienezza alla tavola anche se i vasi di fiori non sono disposti in una sequenza senza sosta.

Anche i runner naturali potrebbero fare al caso vostro, immaginate un corridoio di rami e foglie accompagnato da fiori qua e là e un tappeto di candele. Questa è senza dubbio una bellissima soluzione!

Insomma sicuramente i tavoli imperiali lasciano tanto spazio alla fantasia e per la wedding season 2020 saranno un vero must: raccontano un passato che non tramonta mai, ispirano la convivialità e l’allegria e sono un simbolo di eleganza e di raffinatezza.